William Shakespeare – Sonetto 17

Chi crederà ai miei versi nel tempo futuro
se fossero riempiti dei tuoi più alti meriti?
eppure, lo sa il cielo, essi non sono che una tomba
che nasconde la tua vita e non mostra la metà dei tuoi pregi.

Se sapessi scrivere la bellezza dei tuoi occhi
e in nuovi metri misurare tutte le tue grazie,
l’epoca futura direbbe: “Questo poeta mente,
questi occhi celesti non toccarono mai volti terreni”.

Così le mie carte, ingiallite dall’età,
sarebbero derise, come vecchi ciarlieri più che veritieri,
e i pregi che ti spettano sarebbero definiti furor poetico
e prosodia forzata di un antiquato canto.

Ma se qualche tuo figlio vivesse in quel tempo,
tu vivresti due volte, in lui e nelle mie rime.

Annunci

4 pensieri su “William Shakespeare – Sonetto 17

  1. ho letto qualcosa dal tuo “alterblog”. sai che non sei male? mi riservo una lettura più attenta (sono un pò di fretta) prima di un ulteriore applauso. piuttosto. so cosa vuol dire desiderare di scrivere. ho chilometri di pagine nel cassetto e quintali di byte nella memoria del pc. ma qualcosa mi fa paura. forse l’idea di mettermi nuda sulla pubblica piazza. forse l’idea che quello che scrivo potrebbe non interessare o piacere a nessuno. o forse semplicemente ho paura di non saper scrivere affatto. cmq ti tendo d’occhio 😉

  2. o mamma che bello..grazie mille davvero..è una soddisfazione sentire anche un mezzo complimento calcolando che sono un dilettante allo sbaraglio..
    Un consiglio che mi prendo la libertà di darti…
    anche io avevo le tue stesse paure….ad un certo punto però, ho fatto una riflessione che mi pare abbastanza sensata:”Se non provo mai a scrivere nulla o a pubblicare qualcosa, come farò a capire se posso dire la mia?”
    Pubblicare ti mette a nudo…è vero…ma nello stesso momento ti da la possibilità di testare il gradimento delle persone che ti conoscono e non…Ti dico la verità…io sarei molto curioso di leggere qualcosa di tuo…il tuo blog è molto interessante (almeno questo è un mio parere)..

  3. 🙂 grazie.
    se basassi il mio “successo” sui commenti del mio blog sarebbe da spararmi!! hihi. ma alla fine scrivo per me stessa, non per gloria ma per bisogno. credo che tu abbia ragione… su tutta la linea. ti terrò aggiorneto! 😉

  4. Beh..calcola che il tuo scrivere è una forma di espressione…come tale se non c’è nessuno che ne può usufruire per me perde un po’ valore..penso che tutte le parole, i pensieri e i gesti che riusciamo ad esprimere in qualsiasi modo, possano essere di grande aiuto per te ma anche per molte altre persone…credo che tutti noi siamo importanti in quanto parte di questa meravigliosa macchina che è il mondo..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...