I 2 uccellini che andavano per vetrine…

Questo post lo inizio da malato…PROOOOOOOOOOOOOOOOOOOT ….ecco…scusatemi ma era doveroso..non l’ho mai fatto e ne avevo una voglia matta…forse perchè oggi ho il cervello in pappa…sono in una bolla di sapone che mi rende rimbambito come un orso sedato…come tale ho vagato per Milano mano nella mano alla mia dolce metà stamane…diciamo pure che, vista la mia vitalità, lei trascinava me..non l’ho fatto apposta e non era assolutamente per la compagnia che è la migliore sulla faccia della terra (e anche nell’universo…almeno per me)…è proprio che capitano giornate in cui sono fisicamente stanco…o almeno parti di giornata…ad esempio la mattina è stata così..magari per questa sera sarò supervitale…è il difetto delle persone mica troppo registrate come il sottoscritto…
di cose belle però ne ho viste girando per la città…ho visto un signore che tentava di bere da una fontanella davanti a P.zza Argentina, chiudendo il buco da cui esce l’acqua e facendola uscire dal forellino in alto al rubinetto con lo zampillo tipico…unica piccolissima controindicazione è stata che l’acqua usciva talmente forte che l’ha centrato dappertutto meno che in bocca…e il bello è stato che il malcapitato ha ritentato 2 o 3 volte lavandosi la faccia…
Poi ho visto una coppia di passerotti carinissimi che passeggiavano per la galleria Vittorio Emanuele vicini vicini…
Poi sono passato per il reparto bambini della Feltrinelli (nota libreria di Milano) leggendo un po’ di titoli divertenti…Ho comprato ben due libri, scegliendoli dal prezzo…si non sono scemo…o meglio..lo sono ma non poi così tanto…un motivo c’è…diciamo che la mia cultura è paragonabile a una Polo…la caramella alla menta fatta con il buco in mezzo…Io ho solo poche nozioni qua e la in un mare di ignoranza latente da anni…i lettori più assidui del mio blog (tutti rinchiusi in manicomi riaperti per l’occasione), sanno che mi sono appassionato da poco, alla lettura di libri impensabili per un semplice edicolante come me…siccome non ho le basi per conoscere le opere principali degli autori classici, sono un assiduo frequentatore di Wikipedia o, se i miei piedi solcano il pavimento di linoleum di una libreria prima di aver potuto approfondire la librografia di uno scrittore, mi affido alla casualità…e allora via con Truman Capote – “Altre voci altre stanze” e con Kipling – “Capitani Coraggiosi”…se qualcuno sa qualcosa non parli…NON PARLI…i libri se qualcun’altro li racconta perdono fascino ai miei occhi…ognuno deve sentire le proprie sensazioni al momento giusto..no?è sempre brutto se qualcuno arriva e ti racconta la trama…
Poi ho mangiato una panna montata buonissima…
Poi ho visto il posto dove comprerò molto probabilmente il vestito per il matrimonio della Ele (la mia migliore amica si sposa…)..(e io sono testimonte….)…
Poi ho girato la macchina e sono tornato in edicola…seduto qui, mentre scrivo, penso che queste ultime parole entreranno ordinatamente in quel riquadrino caldo a loro assegnato sul mio blog.
In un gesto istintivo che faccio sempre quando sono impegnato in qualcosa, la mano mi copre metà faccia….proprio sotto quel nasone per il quale vengo preso in giro da una vita…proprio quello che in questo momento sta sentendo quel meraviglioso profumo che sente sempre in presenza di una persona…anzi…non una persona…La Persona…la musica riprende a suonare, il cuore accelera i battiti, il cervello vola tra le praterie fiorite e rigogliose del cuore e il mio pomeriggio si colora e prende forma…è tempo di risvegliarsi dal torpore…sono vivo..

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...