Le 2 famiglie di nuvole..

Una famiglia di nuvole si rincorre in cielo..il vento di oggi le aiuta a inseguirsi lentamente, ancora più veloci…da lassù sembra che dicano “Guarda tutte quelle formichine in fila una dietro all’altra come sfrecciano veloci…ma dove cavolino correranno?”..Nel frattempo arrivato nel solito posto dei tramonti, mi trovo abbagliato da quella palla di fuoco che chiamiamo tutti sole…Sono davanti a un immenso quadro dipinto da colori abbaglianti e accecato da questo bagliore mi copro gli occhi con i soliti occhialoni scuri…dire che mi coprono solo gli occhi è una battuta..praticamente mezza faccia è oscurata ma va bene così…rendono ancora più anonimi in una giornata in cui ne ho assoluto bisogno..
in basso a destra sulla tela di questo splendido quadro un’altra famiglia di nuvolette morbide come panna montata si rincorrono…piccole piccole sembrano tutte tartarughine in fila…balzo di 14 ore…mattino..ore 5,20..stessa macchina e stesso soggetto…Io…nessun’altro intorno se non qualche macchina guidata da persone esattamene nella mia stessa situazione…assonnati, con la bocca impastata e gli occhi che bruciano lottiamo contro il sonno in vari modi…finestrini abbassati anche in inverno pieno con -13 fuori…musica ad alto volume…pizzicotti e sberle in faccia quando proprio si ciondola…purtroppo lavorare presto al mattino vuol dire anche questo…
Incastrato nel mio sedile tengo il volante davanti a me guardando le luci della città…Milano prende un’atmosfera particolare a quest’ora…siamo i primi ad uscire dopo che il popolo della notte è andato finalmente a dormire e quindi ne vediamo gli effetti che si lascia dietro..
Macchine accartocciate contro pali, simil-uomini piegati in due a vomitare contro un muro, coppie di ragazzi che barcollano sostenendosi l’uno all’altra, gente che cerca disperatamente la propria macchina non essendo in grado (etilicamente parlando) di trovarla…
e poi ci sono le luci…quelle luci a cui nessuno fa bene caso…luci a intermittenza nei cantieri infiniti della zona Repubblica/Garibaldi…luci che si riflettono sulla transenne plastiche erette per coprire la vista dei lavori che stanno avvenendo al di là…luci dei lampioni che come un esercito in marcia verso un’ignota destinazione si inseguono in fila per le strade della città…in fila per due..mano nella mano vanno avanti e indietro…l’ultima immagine che mi rimane prima di buttarmi a capofitto nel lavoro è quella dell’alba..una come tante che vedo durante l’anno…ma forse la prima di questa primavera che finalmente è arrivata…la luna in alto a sinistra guarda scappando, il sorgere del sole mentre le due famigliole di nuvole si incrociano salutandosi nel cielo e proseguono la loro corsa verso chissà quale paese..senza limiti ne confini domani sarà un altro spettacolo del genere…

Annunci

Un pensiero su “Le 2 famiglie di nuvole..

  1. Un blog vario.Mi piace Dado verro a leggerlo spesso.

    E grazi per il tuo bellissimo commento da me

    Ti attendo ancora sei il benvenuto in quell’agorà

    Daniele

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...