A volte ritornano….fiuuu..

Arrivare nel parcheggio sotto all’acquedotto alle 19,20…ora perfetta..in cielo solamente qualche nuvolone che oggi si sarebbe tramutato in pioggia insistente e “rimbambente” (ho coniato un nuovo termine)..l’autoradio passa (guarda caso) “Under my skin” ed è proprio da li, da sotto la mia pelle, dentro i miei muscolini, tra ogni mio nervo del mio corpicino nervoso, che partirà quello sfarfallio particolare che sento ogni volta…è sorprendente pensare a cosa possano scatenare dentro ognuno di noi, una situazione, una persona e un sentimento.
Questi 3 fattori ieri sera si sono incontrati…buonasera piacere io sono Il Sentimento…e io sono la Situazione…e io sono la Persona…
si sono incontrati e hanno deciso, dopo una riunione molto accesa, di dare la solita scarica di adrenalina stupenda a Davide…ed eccola..tra poco arriverà..puntuale come un orologio made in Italy (basta dire orologio svizzero…incentiviamo il prodotto nostrano…ih ih…)…le mani non sanno dove andare…si intrecciano e si strecciano con la velocità di un croupier esperto…fingendo un’assoluta calma (apparente) mi avvio verso il portoncino…pochi scalini e la vedrò…le cose da dirle mi affollano l’uscita del cervello…CLACK (il primo portone si apre..)…si mettono in coda e le ripasso…allora…si beh..la mia vita di una settimana e mezza..mica poi questo gran chè..ma so già che lei mi starà ad ascoltare come sempre con quell’espressione sorridente che la accompagna da sempre quando sta vicino a me..e io farò lo stesso..mi racconterà tantissime cose belle che ha visto e anche quelle brutte..insomma tutto…bellissimo…secondo portoncino…suono….clack…anche quello è aperto…inizio le scale…le raccomandazioni di tutti i playboy che ho incontrato nella vita, (quando uno è particolarmente negato con le donne è sorprendente il numero di persone che ti prendono come spugna da intasare di consigli e storie di vita vissuta) si fanno strada dentro me suggerendomi di rallentare…Teorema di Ferrarini insegna…mavaffanculo..scusate ma tutte quelle “regole” che hanno i “Tombeur de femme” mi fanno ridere…ognuno è com’è…”Io son chi sono” diceva il Marchese nelle locandiera di Goldoni..disposto a migliorarmi ma non a mostrarmi come non sono…dal fare i gradini uno dopo l’altro inizio a farne a 3 a 3…tanto con le gambe che mi ritrovo ci metto poco..non è una roba da atleti…ultima rampa nella penombra…ultimo gradino..inizio a sentire nelle orecchie quell’ovattamento provocato dal battito del mio cuore che ormai corre…pochi secondi Davide…arrivo sul pianerottolo e rimango in ascolto…la porta è ancora chiusa..ho impiegato pochissimo a salire…rimango sull’ultimo gradino ancora un secondo a sentire cosa succede…shhht…eccola…passetti rapidi sulle piastrelle e clack…la porta si schiude di quel pochino, giusto per far passare fronte e occhi…i suoi occhietti…per i primi secondi non ho molto fiato…effetto della corsa per le scale e dell’emozione…poi tutto si scioglie in un abbraccio e la scarica di adrenalina arriva….bentornata tata…(quest’ultima rima non è voluta…)

Annunci

2 pensieri su “A volte ritornano….fiuuu..

  1. ..e soprattutto molto emozionante..è da quando ho aperto questo blog che cerco situazioni che facciano vibrare l’anima…questa è stata sicuramente una di quelle…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...