Tic, Tic

Perdersi nella corsa leggera delle nuvole
farsi trasportare da un alito di vento
una goccia dispettosa mi bagna di freddo
e gli occhi si schiudono a vedere questa luce.

Un bambino correndo si spruzza infantile
in una pozzanghera piena di gioia
mi alzo di scatto e raccolgo una margherita
la metto tra i tuoi capelli e so che non appassirà mai

Annunci

2 pensieri su “Tic, Tic

  1. Versi davvero struggenti e densi di una malinconia soave. Ed un finale bellissimo e di luce sul futuro.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...