Coffee..

h 7.12

Si apre la finestra sulla mia giornata..
una coltre di nuvole annebbia il sole e la felicità…mi guardo in giro confuso e impastato dal sonno…
Preparare il caffè è un rito. Non l’espresso attenzione…

La moka

Essere andati a comprare il caffè in una torrefazione..aprire il barattolo e sentirne il profumo sveglia i sensi e li mette, disposti in fila, ad attendere il risultato…
Non troppa acqua, non troppa polvere di caffè, non pressare ma lasciare la montagnetta disordinata dentro il filtro…ormai è un rituale…
Non è più l’abitudine distratta di un uomo…il caffè io lo gusto…
è una sensazione strana

…ti fa aspettare…

Ti fa sentire come in una sala d’attesa…ti da il tempo di riflettere fino al suono inconfondibile e al profumo intenso…
Una tazzina può essere solo “sveglia” per molti…ma può anche essere metafora di vita…

…la mia vita…
Annunci

6 pensieri su “Coffee..

  1. Caro Dado,
    Sembra di sentire qualche napoletano che conosco… E' un post bellissimo, con una descrizione stupenda….voglia di caffè ….
    Ma la mattina ne prendo una moka da sei, e 1 caffè doppio fuori, ma non perché sono addormentata, ma perché il caffè mi piace…infatti ogni tanto, passo da cardiologia…
    Stendiamo un pietoso velo, è l'unico vizio che ho….
    Un bacio cucciolo!
    :*
    cri

  2. mai esagerare cara Cristina…:)
    Io mi accontento di una moka da 2…oltre al solito preso al bar…
    La "sfortuna" di essere edicolanti (ma penso che si possa estendere anche ad altre categorie di negozianti) è che ogni giorno c'è qualcuno che vuole offrirti qualcosa…e cosa se non un buon caffè?

  3. E' come un riflesso pavloviano… La sveglia suona e mi reco subito in cucina a prepararmi la moka… con un pò d'acqua (non troppa e non troppo poca) e una montagnola disordinata di caffè… Il pensiero di questo rito è l'unica cosa che mi fa svegliare al mattino…
    Me ne faccio uno, con un bel pò di latte con una morbida schiuma… E, appena finito, me ne faccio un altro, nero e (quasi) amaro…
    ADORO il CAFFe'…

  4. Non ci posso credere! Lo stesso argomento, le stesse sensazioni… 🙂
    Hai ragione: un caffè virtuale ce lo siamo presi!
    Un bacio.
    V

  5. h. 8.30
    Arrivo in ufficio dopo una guerra di treni e coincidenze perse.
    Mentre in pc si accende cammino sul laminato perfetto di quegli uffici nuovi. odore di nuovo. Brusii. Mi sento sola.
    Scarto una cialdina e la infilo nella macchinetta.
    Il caffè nn è neppure male. Un bicchierino di plastica bianca. Uno sguardo fuori oltre la parete vetrata. Aria condizionata troppo forte. certe mattina il caffè ha il sapore di un pensiero caldo dentor un guscio di solitudine.
    baci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...