11.14

Tento in tutti i modi di fermare un po’ di quel vortice d’acqua che sta inondando Milano in questa mattina di mezzo autunno.
Ci riesco malamente perchè giusto qualche giorno fa, degli incompetenti sono venuti a cambiarmi le tende vecchie con una serie di nuove, a detto loro, molto resistenti.
Piccolo dettaglio. Sono bucate. Ho richiesto la sostituzione il più presto possibile ma naturalmente c’è di mezzo il week end e a chi frega se in un edicola (il paradiso della carta per chi non lo sapesse) tutta la merce si inzuppa.
Cerco di calmare la rabbia che ho addosso ma ce la faccio a stento.
Unico aiuto che ho è pensare a oggi pomeriggio. Sarà un bel pomeriggio. Tutto qui.
Uno di quei pomeriggio che scaldano i cuori solo con uno sguardo o un gesto. Dove i fiorellini escono comunque dalla terra per l’occasione e gli uccellini, anche se nevica, si stringono vicini per scaldarsi e cantano allegramente.
I simboli di questo periodo sono i seguenti. Il concerto dei Queen a Wembley nell’86, la cioccolata e il sorriso.
Soprattutto l’ultimo fortunatamente mi accompagna per larghi tratti della mia giornata.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...