W-right!

Mi ha sempre affascinato vedere il crearsi lento di un tratto ordinato sotto una penna. Scrivere. Tracciare una linea infinita e continua a imprigionarci dentro un mio pensiero.
Pensare. Quanto ho pensanto, riflettuto, sperato e maturato prima di agire in questi anni.
E sono ancora qui. Qui con un fastidioso andirivieni di voglie e di bisogni che per un motivo o per l’altro devo sempre e comunque mettere da parte.
Mi sento un bambino viziato a fare questi discorsi. Io sono un privilegiato. Non mi manca nulla. Anzi. Ho più di quanto potrei desiderare. Sono la somma del bimbo che rimaneva a bagno nella piscinetta con il cappellino in testa a fare “cik e ciak” con le manine, di quell'”ometto” che sognava di diventare archeologo appassionandosi all’antico Egitto, del ragazzo che sognava di diventare voce alla radio, dell’uomo che voleva viaggiare…diventare cittadino del mondo, imparare le lingue. Insomma. Sono un insieme di punti. Esattamente come una linea. Quella linea tracciata dalla mia penna (immaginaria) mentre scrivo questo post.

E’ bello pensare che la versione di Davide 2010 sia unica. Che non ci sarà più e che verrà soppiantata da quella 2011 e dal 2012 ecc ecc.

Speriamo solo che la mia mano continui a rimanere fermae la calligrafia sia sempre buona.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...