Star fly..

E’ buffo…non so ancora bene se e quando sarà. Ma dentro di me so che arriverà.

Il momento delle somme

In cui ci si ferma, si gira i tacchi e si scruta la strada fatta. Lunga, tortuosa, a volte costellata di pericoli e insidie.

Sulla pelle e nel cuore i segni di una vita. Non difficile. Un vita. Punto. Ho il dannato vizio di non prendermi mai sul serio. Non mi piace. Anzi. Usiamo una parola forte. Odio prendermi sul serio. Per questo cerco di non guardare troppo alle cose fatte. Non amo celebrarmi. Incensarmi con parole di miele come fanno tanti. Gente gretta, inutile…gente che va in giro a bearsi delle proprie conquiste solo per vedere l’effetto che fa sulla faccia degli altri.

Essere o avere?

Se non erro era Frohm che se lo chiedeva in un libro diventato celebre. Dipende dai momenti. Trovare un compromesso magari sarebbe consigliabile. Un po’ di sana autocelebrazione qualche volta fa bene ma volare basso è sempre, almeno per quanto mi riguarda, la cosa migliore. Ambizioso si ma non sbruffone.

L’altra sera ero in camera mia. Il riscaldamento è ancora in rodaggio. La caldaia è nuova e ha bisogno di qualche giorno per entrare a regime. Avvolto nel mio mega plaid sorseggiavo una tazza di verbena bollente (le cui proprietà esorto tutti a scoprire) e guardavo, seduto alla scrivania, il cielo nero sopra la mia testa. Il velux faceva da cornice. Qualche piccola stellina si intravedeva ma non era proprio il massimo. Preso da uno dei miei raptus creativi ho fatto qualche passo e, aperta la finestra, mi sono appoggiato al parapetto del terrazzo. Naso all’insù, tazza tra le mani per cercare di riportarle a una temperatura umana…insomma…ero li…estasiato da quella vista. Luna quasi piena, Venere e qualche bella costellazione appiccicata qua e là (chiedo scusa agli studiosi di Astrologia…ho un approccio creativo anche alla scienza)..
In quella situazione così bella, il freddo, il calore della tisana, il plaid mi hanno riportato a un pensiero. In amore è importante essere o avere? E’ importante dire o fare?E’ importante veramente qualcosa in amore oppure è un’accozzaglia non ben definita di gesti e sensazioni che vengono fuori naturalmente…senza poterle comandare…?

Le lucine mobili di un aereo in quel preciso istante son passate sopra la mia testa.  Mi ha sempre dato una forte nostalgia il fatto di vedere un aereo andare via. Mi ha sempre riportato alla mia voglia di viaggiare, di visitare il mondo, di scoprire…di incuriosirmi a tutto quello che mi capita sotto il naso…e mi ha riportato a lei…non so, non immagino, non voglio sapere…voglio solo lasciarmi andare…

Se una barchetta viene lasciata in balia della corrente, prima o poi da qualche parte dovrà pure arrivare…ecco…io voglio proprio questo…voglio vivere ciò che mi capita senza una rotta ben precisa…senza pensare…senza problemi…senza incomprensioni e inutili tensioni…voglio vivere l’accozzaglia non ben definita di gesti e sensazioni che vengono fuori naturalmente…senza poterli comandare…quando la vedo ogni giorno..

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...