Goccia

Piove. Il ticchettio ritmato sul tetto di casa mi culla dolcemente verso l’ora del riposo. Ancora domani e poi una giornata/due giornate di riposo completo. Sonno, cibo, risate, cibo, risate e sonno. Anche in ordine sparso va bene…!

Ho bisogno come l’aria di uno stacco. Di un po’ di quella sana “boccata d’ossigeno” che solo un qualcosa che riguarda strettamente me stesso  può portare. Un nuovo progetto, un nuovo arrivo in casa  ( manca ancora troppo per Thelma…uff), un qualcosa da imparare…cucina…mm…forse cucinerò. Mi piace, mi rilassa, mi fa sentire capace. Buono a qualcosa insomma.

Ho visto anche che fanno dei corsi per diventare addestratori di cani, all’allevamento dove sono andato per adottare Thelma. Chissà. Faccio un pensierino anche per quello…mi piacerebbe molto..

Scrivere?mmm…perchè no?Il libro va bene. Ho in mente uno scheletro molto scarno, tutto il resto lo faccio fare al mio istinto e alle emozioni. Questo blog vive di questo. Essere me stesso fino in fondo. senza montature.

Quando poi ti rendi conto che tutto questo può far gioire altre persone..beh…è una grande sensazione. Non scrivo per nessuno sia chiaro. Chi mi legge da 415 post (ho visto orora il conteggio…’mazza quanto vi assillo!!…), sa perfettamente che scrivo per la mia passione e la mia soddisfazione e non per quella degli altri…ma quando le due cose coincidono, per me è un’emozione. Sapere che persone che non conosci, ti apprezzano per come sei veramente…beh…è come trovarsi davanti a un miracolo…almeno per quanto mi riguarda.

…collegamento azzardato…forse…

In qualche modo centra la storia di uno dei miei gruppi musicali preferiti…i Pearl Jam…
…negli anni 90 dopo il primo album (ndr Ten) che vendette parecchio e li fece subito balzare agli onori della cronaca, Eddie Vedder e soci fecero quello che gli diceva il cuore. Dopo aver scoperto che Ticketmaster, azienda che distribuiva i biglietti per i concerti del gruppo, guadagnava in nero una percentuale dal prezzo dei ticket, cancellarono il tour estivo e per anni, successivamente, continuarono l’opera di boicottaggio ai suoi danni, rischiando la loro notorietà e credibilità agli occhi dei fans.

E’ una lotta.  Prima contro se stessi.
E’ una lotta per stare a braccetto con i propri ideali ed essere coerenti fino in fondo con il proprio modo di essere. I Pearl Jam decisero di farlo, da persone di spettacolo, contro il sistema che si fa beffe della povera gente. Io, molto modestamente, lo faccio con questo blog. Ed è questo che mi da la maggior soddisfazione. Ogni post che vado a rileggere, anche se di un anno fa, ha il sapore del momento. Di quel momento speciale e non di un altro. E forse forse alla fine ho bisogno sempre della stessa cosa. Vivere il momento, con il suo sapore e semplicemente, a modo mio!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...