All in…!

Mi piace da morire quando dalla nebbia, il sole riesce a farsi un posticino e a irrompere deciso nella mia vita.

Era tanto che lo aspettavo e alla fine è arrivato. Sereno come un qualcuno che, modestamente, non si aspetta mai di essere così importante..”Mi aspettavate?ops…scusate il ritardo”..arrossendo solo un po’…

Ho passato il mio viaggio da casa a lavoro tra macchina e metropolitana con un sorriso stampato in faccia perchè semplicemente sto bene…Semplicemente…è una sensazione nuova…metto in bocca l’ennesima cicca che non riuscirà (damn!!) a togliermi il sapore orribile di cibo messicano (che adoro) …camminando mi lascio scorrere addosso la musica e guardo le persone che mi sono intorno. Mi immergo dalla testa ai piedi in un ambiente, quello orribilmente milanese, che ti unge, ti lascia intriso di sensazioni contrastanti…

Penso. Penso alla vita, alla morte, alla felicità e al destino…le solite cose insomma! ma c’è una differenza…effettivamente a pensarci c’è…La vita, la morte la felicità e il destino…tutte cose legate da un filo sottilissimo di emozioni, vissuto, parole e musica..Tutto impastato…tutto perfettamente amalgamato a tenerti in linea di galleggiamento o a farti inabissare lentamente..

Guardo mio nonno e mia nonna…65 anni insieme…e si baciano ancora…

Mi sono trovato a pensare che molte delle cose che mi dicevano da “giovane” alla fine succedono veramente…che se incontri per davvero la persona giusta, ti basta un battito di ciglia per renderti conto che è lei. Che è con lei che vuoi passare il resto della tua vita e che non ti stancherai mai, perchè capisci che il vostro unico obiettivo e stare insieme e superare (sempre insieme) le avversità….godere dei momenti indimenticabili….godere di voi stessi…insieme…

E’ una sensazione di pace, di disarmo totale, è come la fine di una guerra. I soldati si fermano, buttano a terra le armi, si guardano l’uno con l’altro e si dicono…” Ma perchè alla fine stavamo combattendo?Abbiamo tutto…e ce l’abbiamo davanti a noi”…

Io mi sento così. Qualche tempo fa…o meglio…poco tempo fa (nel senso letterale della parola poco) mi sono innamorato. Non mi era mai capitato in così poco tempo e in maniera così forte, serena e pulita. Ogni volta c’era un “rumore” di fondo…un malessere che tendevo a cercare di nascondermi (sbagliando in maniera enorme) per vivere il sogno di un qualcosa di importante che alla fine non esisteva. Mi rendo conto ora di quanto era di poca importanza tutto il resto….O meglio…di quanto sia stato importante solo per il raggiungimento di una consapevolezza. Di una maturazione personale che ho conquistato, finalmente, all’alba dei 28 anni. Che ho raggiunto guardando il mare da una panchina sgarruppata. Scendendo le scale di un bed&breakfast con lei davanti. Guardandola ciondolare ritmicamente con i capelli leggermente discostati dal collo mentre si siede al tavolo per la colazione. Guardandola mentre, ghiacciata fino al midollo, mangiava un panino ingestibilmente buono davanti al lago con papere dal becco rosso (o era bianco…?), piccioni e gabbiani che lo insidiavano.

Insomma. Ho capito, finalmente, cosa significa essere sicuri di voler passare la vita vicino a una persona. A un ipotetico tavolo di poker (perchè la vita tutto sommato cos’è, se non un azzardo continuo di scelte e di pensieri?) metto tutto sul tavolo.

All in!

Mi gioco tutto per davvero. Metto sul piatto la mia vecchiaia, la mia giovinezza, il mio lavoro, il mio amore, il mio cuore…insomma tutto. Difetti e pregi. Senza paure. D’altra parte è lei. Ne sono certo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...