A mia “nipote”..

Cara Giulia,

sono quell’omino alto alto che ti fa ridere e gioca con i tuoi sonaglietti. La tua mamma e il tuo papà mi chiamano Zio Dado e penso che anche tu, quando inizierai a parlottare, userai questo nomignolo. In verità all’anagrafe sono Davide Bagnoli, commerciante, nato a Sesto San Giovanni il 14 novembre del lontano 1982.

Il confronto con la tua data di nascita è impietoso. 16 aprile 2010. Sigh. In un certo senso comunque è affascinante pensare che tu vivrai degli anni che io non vedrò e non hai vissuto anni in cui io zampettavo in giro per il (mio) mondo.

Va beh…

Ti scrivo perchè per me è un periodo molto importante. Vivo l’attesa del momento del tuo battesimo con curiosità e  impazienza. Sarò il tuo padrino. Devo confessarti che non sono molto devoto. I motivi sono vari e non starò qui a spiegarteli ora. So che essere padrino significa seguirti sul tuo “sentiero cristiano” e so che che mamy e Zia Zicchy (quella ragazza “brutta e cattiva” con cui ridi per gentilezza :D:D:D) mi strozzeranno dopo questa mia dichiarazione. Sta di fatto che sono impaziente di provare quell’emozione…esattamente come per il matrimonio del tuo papà e della tua mamma.
Si perchè io sono stato anche il testimone di nozze dei tuoi genitori. Il testimone è la persona che si deve vestire bene bene, stare vicino allo sposo e alla sposa durante tutta la cerimonia, organizzare gli scherzi per divertirsi un po’, ballare con la sposa (quella è stata la parte più faticosa per me), oltre ad altre funzioni noiose tipo firmare un registro grande grande con il nome del papy e della mamy, stare in piedi ore e ore mentre la mamy si fa trucco e parrucco per la cerimonia..insomma..è una figura importante neh!

I tuoi genitori sono due persone molto attente ai sentimenti, alla sensibilità, alla bontà e al rispetto. Tutti valori che ci accomunano e che, son sicuro, imparerai.

Ora vengo chiamato a promettere di starti vicino tutta la vita. Dovrò esserci nei momenti di difficoltà e nei momenti belli. Dovrò esserci quando ti cadrà il primo dentino o mangerai la prima pappina. Dovrò esserci anche quando il tuo papà incontrerà per la prima volta il tuo primo fidanzatino perchè mi sa che non sarà molto accomodante e dovrò trattenerlo dal mettergli le mani addosso :D…sai…è un po’ geloso…
Comunque dovrò esserci. E posso garantirti che ci sarò. Magari tu non sarai molto contenta all’inizio ma, tranquilla, non sporco, mi lavo quotidianamente (quindi non emano cattivi odori), a volte parlo a vanvera ma dico cose senza senso che fanno ridere la maggior parte delle persone…quindi…
Le motivazioni per le quali ci sarò sono tante e vado ad elencartele brevemente…

vediamo un po’…

…perchè finchè non si è finita la pappa non ci si alza dal tavolo. Si mangia quel che la mamma (o il papà) mette nel piatto e si beve ciò che la mamma (o il papà) mette nel bicchiere..parola di Nonna Silvy..!!rendiamo grazie a Nonna Silvy!!

…perchè il bagnetto si fa tutte le volte che la mamma (o il papà) lo decideranno. Se non lo farai purtroppo inizierai a profumare di gorgonzola e tutti gli altri bambini non riusciranno a starti vicini a giocare. Al massimo tieniti questa “arma segreta” per poter allontanare in un lampo antipatici e scocciatori.

…perchè presto avrai una qualità che molti adulti perdono. La spontaneità…e quella dovrai custodirla gelosamente come si fa con i tuoi giochi più preziosi…perchè?Perchè il mondo ha bisogno di gente che dice quello che pensa e che pensa a quello che dice.

…perchè leggere, scrivere, disegnare o, in poche parole, esprimere la propria creatività e il proprio “colore” è importante. E tu hai sicuramente un bel colorino simpatico, visti i sorrisi che dispensi a tutti quelli che ti passano vicini.

…perchè quando sarai inchiodata al banchetto di scuola tra il profumo di gomma e libri nuovi e ti sentirai triste perchè vorresti essere in un prato a giocare, dovrai sempre tener presente che studiare aiuta. Imparare è una delle cose più belle del mondo. Cerca di tenerti stretta la curiosità che hai già ora. Quello è uno dei segreti per arrivare lontano. La scuola non è un obbligo ma è un piacere…quasi sempre….

…perchè non è importante la grandezza e la quantità delle cose…accontentati di quello che hai e pensa che è già tantissimo. Al mondo, in posti lontanissimi da noi, ci sono bambini come te che non hanno giochi e non hanno i soldini per potersi permettere neanche un pezzettino di pane. Cerca sempre il meglio ma non denigrare mai ciò che possiedi…

…perchè al mondo ci sono tantissime cose belle ma ci sono altrettante cose brutte…quelle belle passano troppo in fretta e, a lungo andare (se non sei più che brava a imprimerle nella memoria) diventano “normali” mentre quelle brutte sembrano durare un’eternità e ti strappano l’anima….

e infine perchè di vita ce n’è una sola. Non abbiamo altre possibilità. Si vive e si muore. Dopo non si sa quello che succede. Sappiamo solo che siamo chiamati a passare la nostra esistenza su questo mondo e ci conviene farlo al meglio, divertirci, godere di ogni minima emozione…essere rispettosi degli altri ma anche (e soprattutto) di se stessi…

Cara la mia Giulietta. Ora torno alle mie occupazioni da persona adulta. Che noia. Magari tu in questo preciso istante starai guardando incantata le tue apine, svolazzare attaccate ad un piccolo filo su una musichetta di carillon. Ops. Pardon. Stavo perdendo la trebisonda. Le tue apine non sono attaccate ad un filo..ti sorridono davvero, volano davvero e fanno anche la musichetta. Sono apine super….e anche il tuo sonaglietto in verità è una libellulina che balla e ha mangiato talmente tante caramelle che fa quel rumorino “Tichetetachetitac”…

“…perchè in fondo in fondo, dentro di noi, speriamo che Babbo Natale esista davvero e la notte del 25 scenda dal nostro camino (anche se non ce l’abbiamo..) e ci lasci in salotto una montagna di regali…”

Annunci

3 pensieri su “A mia “nipote”..

  1. Chissà se ti ricordi ancora di Jane Doe, o semplicemente di cristina ???
    Comunque, stai equipaggiando bene tua nipote, la nipotina Giulia, e credo che tu sia un ottimo padrino, e uno zio stupendo….perché sei una persona sana, un ragazzo dai sani principi, che ricordo spesso, ti chiamavo cucciolo, vero?
    Baci a te e a Giulia!♡♡♡
    cri

    • Come fare a dimenticare Cristina?!:)..grazie mille di tutte le cose belle che mi scrivi..6 sempre fin troppo gentile.. Son contento che mi leggi qualche volta!

  2. Finalmente eccomi qui! La mamy ha letto e riletto la lettera che hai dedicato a Giulia! Dire che le tue parole mi hanno emozionato è dir poco… sono felice che GIulia avrà accanto un padrino come te e io un amico speciale!
    Grazie per esser sempre presente, con piccoli e grandi gesti!
    TI voglio bene!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...